Il Papero

Il Papero

 Ho iniziato a Radio Liguria Uno, notato ad una festa da Mario Voiello, ora Mario Panda.

Trasmettevo due cassette pre registrate, alternando i brani con un mixer a barra.

Andato in vacanza, vengo a sapere che l’orario della mia trasmissione era stato dato ad un altro. Ma non rimasi fermo a lungo.

Due co-fondatori di Radio Babboleo, che trasmettevano anch’essi a Radio Liguria Uno mi avevano notato e mi proposero di andare nella loro radio, appena nata.

Ad un patto: dovevo darmi un soprannome, per non essere abbinato alla precedente radio. Così nacque Il Papero.

La sede era al Castello MacKenzie, nella Torretta. Facevo il programma dal primo pomeriggio “PaperDisco – Musica a richieste con dediche”.

Il programma, come tutta la radio, ebbe molto successo, considerato che era impossibile telefonare dopo i primi dieci minuti per le linee telefoniche intasate.

Da lì ci trasferimmo a Piazza Portello e dopo un anno passai alla conduzione del programma di prima mattina, ore 7.00.

Anche questo ebbe molto successo, avevo aggiunto due rubriche: la storia dei Beatles e l’oroscopo in diretta.

Poi, come tutte le belle storie, anche questa finì. Ma non la mia carriera radiofonica.

Fui chiamato nella nascitura Radio Mirage. Questa aveva raggruppato i migliori radio DJ del momento.

Durai lì un anno e poi appesi il microfono al chiodo.

Negli anni a venire mi rese felice il fatto che tanti ascoltatori del tempo non mi avessero dimenticato, per molti di loro sono ancora Il Papero.

Ed ora sono di nuovo davanti al microfono. A RadioGenovaCity, con tanti colleghi dei vecchi tempi.